Italvolley argento a Rio2016

Alle olimpiadi di Rio l’Italvolley mschile ha unito tutti verso un sogno d’oro che ci ha invece dato invece l’argento. Il sogno azzurro della pallavolo si è spento sul secondo gradino del podio di Rio, ma è stato un bellissimo percorso fatto dalla squadra italiana. Diciamo che io non ci avrei scommesso ed invece l’Italia allenata da Blengini  ci ha fatto sognare. E’ un’Italia che è risorta dagli insuccessi passati che ha trovato in Simone Giannelli un ottimo regista e nello zar Ivan Zaytsev un opposto che ha regalato tantissimi punti con le sue giocate. Ricordo ancora Ivan qualche anno fa palleggiatore alla MRoma Volley.. E’ un gruppo unito e le loro lacrime sono state le nostre lacrime, ma forse quello che è mancato è stata la concentrazione giusta. Certo avere il pubblico completamente contro e delle decisioni arbitrali discutibili non hanno aiutato gli uomini di Blengini che hanno lottato fino alla fine. il 3-0 secco è forse troppo deludente per i pallavolisti che hanno giocato fino all’ultimo pallone. L’Italvolley ora riparte da un buon gruppo Osmanu Juantorena, Filippo Lanza come Schiacciatori, Simone Buti, il campitano Emanuele Birarelli, Simone Giannelli e Daniele Sottile come Palleggiatori, Massimo Colaci come libero. Non è in fondo tutto perduto, anzi, solo che l’Oro olimpico è un sogno che ci portiamo dentro da tanti anni.La nazionale Brasiliana non era inarrivabile è stata solo più cinica e compatta conquistando punto dopo punto, una vittoria schiacciante Io sono cresciuta vedendo Marco Bracci, Luca Cantagalli, Fefè De Giorgi, Andrea Sartoretti, Andrea Zorzi, Andrea Giani, Luigi Mastrangelo e rivedere l’Italia maschile ai primi posti mi ha dato un sacco di gioia. Ho lottato anche io con loro sul divano così a contare punto dopo punto, a sognare il primo posto che purtroppo non è arrivato. Un plauso va fatto proprio a Blengini, lui eterno secondo in panchina, dopo le dimissioni di Berruto ha ricostruito un gruppo, conquistando due argenti alle Olimpiadi e in Coppa del Mondo. Ora non c’è più spazio per le lacrime, il campionato è alle porte e i nostri ragazzi ricorderanno sempre questa avventura magica. Grazie ancora a tutti!

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.