Notre Dame de Paris

Notre Dame de Paris è tornato in tour e a distanza di 14 anni, ancora incanta il pubblico di tutto il mondo. E’ stato forse il musical più bello degli ultimi anni, prodotto da David Zard e scritto da Riccardo Cocciante, con i testi di Pasquale Panella. Non so davvero dire quante volte l’ho visto a Roma ed in giro per l’Italia. Ho anche i cd in francese ed in inglese ma il Gobbo di Giò di Tonno è insuperabile.. Era il 2002 e ne rimasi folgorata. Non avevo mai sentito cantare così bene, voci perfette e ben orchestrate e come tutti me ne sono innamorata. Ho davvero consumato il doppio cd e da allora l’ho sempre seguito. Il Gran Teatro si è riempito durante tutte le repliche anche con i vari cast che si sono susseguiti negli anni. La capacità grande di Cocciante è stata quella di portare in scena artisti sconosciuti che hanno incantato il pubblico, divenendo con il passare del tempo dei veri e propri professionisti del genere. Il cantante di origine vietnamita ha diffuso in tutto il mondo un’opera – come lui è solito definirla – ove lo struggimento dell’amore impossibile, nato dalla scrittura di Victor Hugo, ne è protagonista. La bellezza che si scontra con la bruttezza del più ultimo degli esseri del mondo, dove la lussuria però vince e distrugge ogni cosa. In una Parigi in cui la Corte dei Miracoli si scontra con la buona borghesia e dove la meravigliosa cattedrale di Notre Dame è il rifugio di una storia d’amore che prenderà un cammino tutto suo. Devo ammettere che nel corso degli anni il cast originale è sempre stato magnifico Giò di Tonno, Lola Ponce, Vittorio Matteucci, Marco Guerzoni, Matteo Setti, Graziano Galatone e Claudia D’ottavi. Dal 2002 poi con la partecipazione di Fabrizio Voghera, Heron Borrelli, Rosalia Misseri, Cristian Mini e Chiara di Bari, hanno visto sul palco anche l’avvicendamento di Leyla Martinucci, Christian Gravina, Mattia Inverni, Aurelio Fierro Jr, Alberto Mangia Vinci, Ilaria Deangelis, Luca Maggiore, Giordano Gambogi, Ilaria Andreini, Luca Velletri, Roberto Sinagoga, Leonardo Di Minno, Sabrina De Siena, Francesco Antimiani, Valentina Spreca, Claudia Paganelli, Angelo Del Vecchio, Lorenzo Campani, Alessandra Ferrari, Federica Callori, Marco Manca, Vincenzo Nizzardo
Luca Marconi, Riccardo Maccaferri, Emanuele Bernardeschi, Oscar Nini, Giacomo Salvietti, Serena Rizzetto, Alessandra Ferrari e Tania Tuccinardi. Forse una delle più belle esibizioni è stata quella in Piazza Santa Croce a Firenze qualche anno fa e devo anche ammettere che quella che ho visto la scorsa estate a Roma al Foro Italico non mi ha entusiasmato. Ho notato nel cast originale poca poesia, ma solo tanta tecnica ed il suono purtroppo perdeva molto all’aperto, i colori e le magie del Gran Teatro non si sono riproposte o forse sono io che sono cresciuta, non lo so. Sto leggendo che a Dicembre tornerà di nuovo a Roma in tour e questa volta al Palalottomatica..
Diciamo che il palazzetto dello sport di Roma non rientra nei canoni sonori acustici di perfezione e non vorrei che l’opera popolare di Cocciante ne sia intaccata.
Per chi ancora non l’avesse visto, lo consiglio.
Voto 4 su 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.