maria alessia del vescovo/ aprile 13, 2015/ film/ 0 comments

Cenerentola
Titolo originale: Cinderella
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Genere: drammatico, avventura, fantastico, sentimentale
Regia: Kenneth Branagh
Soggetto: Cenerentola di Charles Perrault
Sceneggiatura: Aline Brosh McKenna, Chris Weitz
Produttore: David Barron, Simon Kinberg, Allison Shearmur
Produttore esecutivo: Tim Lewis, Barry H. Waldman
Casa di produzione: Walt Disney Pictures
Distribuzione (Italia): Walt Disney Studios Motion Pictures
Fotografia: Haris Zambarloukos
Montaggio: Martin Walsh
Effetti speciali: Charlie Graovac, Nick Joscylene, Roderick Pulis
Musiche: Patrick Doyle
Scenografia: Dante Ferretti
Costumi: Sandy Powell
Trucco: Doone Forsyth, Lucy Friend, Sharon O’Brien
Anno: 2015
Durata: 112 min

Interpreti e personaggi
Lily James: Ella
Richard Madden: “Kit” il Principe Azzurro
Cate Blanchett: Lady Tremaine
Helena Bonham Carter: Fata Madrina
Holliday Grainger: Anastasia Tremaine
Sophie McShera: Genoveffa Tremaine
Stellan Skarsgård: Gran Duca
Nonso Anozie: Capitano
Derek Jacobi: Re
Hayley Atwell: Madre di Ella
Ben Chaplin: Padre di Ella

Doppiatori italiani

Letizia Ciampa: Ella
Andrea Mete: Principe Azzurro
Claudia Catani: Lady Tremaine
Claudia Razzi: Fata Madrina
Veronica Puccio: Anastasia
Emanuela Damasio: Genoveffa
Luca Biagini: Gran Duca
Paolo Marchese: Capitano
Luigi La Monica: Re
Ilaria Latini: Madre di Ella
Francesco Prando: Padre di Ella

Cenerentola (Cinderella) è un film del 2015 diretto da Kenneth Branagh, interpretata da Lily James. E’ una nuova riproposizione della celebre fiaba che ha incantato il pubblico di mezzo mondo. L’enorme successo del film, anche in Italia, ci mostra come questa favola sia intramontabile e riesca ad incantare sia grandi che piccini. La prima uscita del film d’animazione è del 1950 ed ancora oggi questa storia risulta attuale.
Ella è una piccola ragazzina che vive nel suo mondo ed un giorno sua madre muore. Suo padre col passare degli anni si risposa e poi muore anche lui, lasciandola sola con una matrigna e due sorellastre. Lì inizia il suo incubo, ma la ragazza mantiene sempre la sua grazia e la sua gentilezza facendo praticamente la serva alle tre donne. La storia poi prosegue fino all’epilogo che tutti conoscono.
Il film ha un’ottima scenografia e fotografia che lo rendono un buon prodotto.
Le musiche sono azzeccate così come la ricostruzione che gli dona quel fantastico che non guasta mai.
Da vedere!

Voto 4 su 5.

Rispondi