Rocco Schiavone – 2^ stagione

Arrivata alla seconda stagione la serie tv con il vicequestore Rocco Schiavone conferma le aspettative del pubblico, incassando un buon ascolto nelle quattro puntate andate in onda. Tratta dai libri di Antonio Manzini, la serie ne ricalca le storie ed i personaggi – ormai familiari al pubblico – continuano le loro battaglie quotidiane. Diciamo che quando ho letto i libri ed ho saputo che il vicequestore sarebbe stato interpretato da Marco Giallini, sono rimasta titubante: ora, di converso, non saprei vedere altra persona meglio rivestire i panni di quel rude poliziotto con le sue idee ed un concetto di giustizia che stride con le canoniche regole legali. L’attore romano incarna perfettamente il poliziotto e non saprei davvero più scinderli. La puntata più bella sicuramente 7-7-2007, idove scopriamo molte cose ed il perché di alcune scelte del protagonista. Cosa adoro di Schiavone? Il suo essere fuori dalle regole, ma anche corretto nel suo modo di fare. Mi piace la capacità di Manzini di saper valorizzare il fatto che non si può scappare dal passato, prima o poi tutti dobbiamo fare i conti con i nostri scheletri e le nostre scelte. La squadra di Rocco è quantomeno strampalata ed egli vive col fiato sul collo della magistratura e del Questore. Una città lontana da Roma, i suoi amici, i nuovi colleghi ed il cane Lupa, fedele compagno di viaggio. Quello che più ho amato della serie sono la colonna sonora ed i paesaggi aostani che fanno da cornice ai sentimenti dei protagonisti… il pensiero che mi viene è che è finita troppo presto.

voto 4 su 5

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.