Finale Champions League al Real Madrid

maria alessia del vescovo/ maggio 24, 2014/ Sport/ 0 comments

C’era anche un pó di Italia in questa finale di Champions League che ha visto sfidarsi le due compagini spagnole rivali di Madrid. L’Atletico di Simeone fresco di vittoria della Liga che é riuscito a fermare il fortissimo Barcellona e il Real Madrid di Ancellotti. Due squadre forti e diverse che rispecchiano i due allenatori, la grinta dell’argentino e la calma dell’italiano. Una partita davvero particolare che ha regalato grandi emozioni. Ad un passo dalla storica vittoria l’Atletico in pieno recupero é stato beffato ed ai supplementari la squadra di Ancellotti non ha mollato, fino a conquistarsi il titolo con un sonoro 4 ad 1. Letto così é un risultato che spiazza, eppure l’Atletico di certo non lo meritava, ma come canterebbe Pezzali, é la dura legge del gol. Tra crampi e stanchezza, sono partiti gli schemi e con una squadra cosí allungata il Real non ha perdonato e si é conquistato la vetta piú alta d’Europa. Un plauso va fatto ad entrambi gli allenatori. Ancellotti perché ha ricucito una squadra riportando in equilibrio i vari giocatori e sopratutto creando armonia nello spogliatoio. Simeone, ex Lazio ed Inter, ha formato un bel gruppo che sicuramente continuerá a dare soddisfazioni al suo pubblico. Nella cornice portoghese anche Cristiano Ronaldo ha segnato un suo gol confermandosi uno dei migliori marcatori.

Rispondi