Indagine su un sentimento.

maria alessia del vescovo/ luglio 17, 2014/ musica/ 0 comments

Indagine su un sentimento dei Tiromancino

Il decimo album dei Tiromancino capitanati da Federico Zampaglione, è un disco anticipato da ”
Liberi” e da “Immagini che lasciano il segno” e quest’ultimo è davvero un bellissimo pezzo che è stato per accolto molto bene dal pubblico e dalle radio.
E’ un disco che vede il ritorno alla collaborazione di Federico con suo fratello Francesco, dopo quasi 14 anni.
E’ un disco che ci fa assaporare quindi un ritorno alle origini dopo quel divorzio che vide anche l’allontanamento dal gruppo di Laura Arzilli al basso e di Riccardo Sinigallia.
Già segnali di ripresa tra i due fratelli c’erano stati nel 2008, quando Federico ed i Tiromancino salirono sul palco dell’Ariston. Comunque “Indagine su un sentimento”, di cui Francesco Zampaglione è anche produttore, nasce con un contratto con la Sony Music el’album è stato registrato presso lo studio Boss Vox di Roma, poi mixato con Pino Pischetola presso lo studio Pinaxa di Milano.
Questo decimo album in 25 anni di carriera vede la collaborazione di Gioia Ragozzino (fotografa e compagna di Francesco Zampaglione, con la quale ha composto il brano “Immagini che lasciano il segno”), degli Gnu Quartet, di Pierpaolo Capovilla in “In una notte di marzo”, Mike Barson (tastierista dei Madness, che ha scritto il testo e la musica di “Mai saputo il tuo nome”, poi riadattato in lingua italiana da Federico).
Il sound dell’album ci riporta agli esordi della band con strumenti elettronici e sintetizzatori che si mischiano ad uno stile particolare in alcune canzoni più punk, in altre più cantautorale che fanno del disco un buon prodotto.
Federico come sempre si dimostra essere un bravo scrittore nel trattare i suoi testi parlando di amore, di libertà anche attraverso dei personaggi che sembrano usciti da un film come accade nella canzone “Mai saputo il tuo nome”.
E’ un album molto equilibrato dove la note e le parole giocano insieme e ci regalano 40 minuti di buona musica.
Mi ricordo di Federico tanti anni fa, poichè suo padre, Domenico Zampaglione, era docente di Filosogia nonchè preside del plesso didattico accanto al mio e mai mi sarei aspettata che da lì a poco sarebbe diventato una bella realtà della musica italiana.

Voto 3,5 su 5

Tracklist
Liberi – 3:32
Immagini che lasciano il segno – 4:04
Fuggevoli presenze – 4:09
Nessuna razionalità – 4:18
Mai saputo il tuo nome – 3:14
In una notte di marzo – 4:01
La nostra realtà – 3:54
Una nuova stagione – 4:17
Indagine su un sentimento – 4:11
Re Lear – 4:16

Rispondi