maria alessia del vescovo/ maggio 14, 2014/ musica/ 0 comments

Torna Renato Zero con il suo 28 album della carriera attraverso il secondo capitolo
del suo Amo, pubblicato a marzo.
Un progetto interessante che vede l’artista romano parlare di amore, amicizia, coraggio
vita, ricordi che lo hanno visto crescere fino ad oggi. Dopo il successo del primo
capitolo che è stato insignito del disco di platino (con canzoni come Lu
dedicata a Lucio Dalla e Chiedi di me), aspettiamo come il pubblico reagirà a questo
nuovo lavoro che è il vero e proprio proseguimento del primo.
L’album è su etichetta Tattica con distribuzione Indipendente Mente e vede la
produzione di Danilo Madonia, Celso Valli, Trevor Horn, ed è stato anticipato
dal singolo Nessuno Tocchi l’amore.
Questo disco parla dell’Italia come in Nuovamente e del rapporto dei giovani
con il mondo dello spettacolo con Eterno ultimo e La fabbrica dei sogni, poi di Roma
con la canzone cantata in dialetto AmoR, con il suo pubblico con Il principe
dell’eccentricità.
Ci sono brani molto intensi come Alla fine, Ti porterò con me, che danno al
disco davvero un sapore particolare.
Amo capitolo II, fa da traino al tour del cantante che pensa anche di allargarsi con
qualche data all’estero.
Il 26 novembre uscirà Amo Capitolo III, una confezione con i primi due dischi,
affiancata da poster, racconto dei brani e stampe.
Renato è così, un uragano in piena che in questo album ci mostra un dialogo
aperto con i suoi ascoltatori e un linguaggio franco e diretto che arriva dritto al cuore.

Da ascoltare.

Voto 3.5 su 5

TRACKLIST

Nuovamente
Ti porterò con me
La fabbrica dei sogni
Sia Neve
L’eterno ultimo
Nessuno Tocchi l’amore
Si può
Una volta non ci basta
Titoli di coda
Via dagli sciavalli nr. 0
O si suona o si nuore
Alla fine
AmoR
Il progetto magnifico
Il principe dell’eccentricità

Rispondi