Sveva Casati Modignani: La moglie magica

L’ultimo libro di Sveva Casati Modignani si legge in un attimo e come sempre la scrittrice dimostra la sua capacità di portarci in un romanzo in punta di piedi fino alla fine per entrare nella vita dei suoi protagonisti. Questa volta troviamo la storia di Mariangela che si fa chiamare da tutti “Magìa”, un nomignolo che si era data da piccola e che le si era cucito addosso. Ora, 34enne, sposata, vive in una palazzina signorile di Via Eustachi a Milano. Sveva ci racconta il suo sogno d’amore che però piano piano con gli anni si spegne così come la sua vitalità. tutti nel palazzo le vogliono bene e capiscono che il vero problema è suo marito Paolo. Magìa sa che è arrivata ad un limite e che oltrepassarlo vuol dire rischiare la sua incolumità e quella dei suoi figli. Paolo non sa amare, ma solo possedere.. Ricorda di quando lo aveva incontrato a vent’anni e l’aveva portata via dal suo paese lì nelle montagne, per darle una vita agiata, ma a che prezzo? La sua esistenza ora è un inferno, ormai in preda agli umori di suo marito che rimane sconvolto dal gesto estremo che compirà Magìa. E da lì fino alla fine per cercare una vita normale, fatta di piccole cose e soprattutto di amore.
Magìa troverà il coraggio di lasciarsi il passato alle spalle sopratutto per i suoi figli.
Sveva Casati Modignani dimostra ancora una volta di essere una delle penne più apprezzate della narrativa italiana, tanto da essere tradotta in molte lingue, dopo aver venduto milioni di copie di libri. Lei che da anni vive nella stessa casa a Milano, ci racconta una Milano di un palazzo liberty e di media borghesia ove la vita dei protagonisti scorre e in cui Magìa cercherà di ritrovare le fila della sua giovane esistenza.
Voto 3,5 su 5

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: