maria alessia del vescovo/ maggio 13, 2014/ libri/ 0 comments

Il libro di Michele Serra è un libro davvero interessante ove viene analizzato il rapporto tra i genitori e i ragazzi di oggi ove il confine tra vecchi e giovani è labile, non ci sono più scontri, ma ilarità e senso di non poter far altro che accettare questo rapporto con vunerabilità e fragilità..
E’ la storia di un padre vissuta ai giorni nostri ove cadono i canoni del passato, che riconosce i suoi limiti e le sue paure..
Gli sdraiati non sono altro che i ragazzi che passano dalla posizione verticale a quella orizzontale  con le loro magliette e che vivono la loro vita con tutta la tecnologia di cui si circondano..
Cadono quindi i valori di una volta per averne altri.. 
E’ questa la sfida di un padre moderno: entrare nella vita dei figli con un linguaggio tutto nuovo, con una vera e proprio evoluzione.
Il libro è toccante ed è raccontato con ironia e nostalgia ove non si ha il contatto con l’orizzonte, ma è un succedersi di sentimenti e comportamenti..
Vengono analizzati anche i sensi come l’olfatto, il suono ove si giova tutto il rapporto con i figli.. Un libro che non avevo voglia di leggere e che poi invece ho iniziato su consiglio di un paio di amici. Devo dire che non mi ha deluso, anzi mi ha conquistato per la sua semplicità nella scrittura. Lo ammetto non conoscevo Michele Serra come scrittore e devo dire che non mi ha deluso.

Un libro innovativo e sicuramente da leggere!
Voto 3.5 su 5

Rispondi