Il bambino indaco di Marco Franzoso

maria alessia del vescovo/ settembre 16, 2014/ libri/ 0 comments

Marco Franzoso
Il bambino indaco
I coralli
pp. 141
2012

Il romanzo di Marco Franzoso entra dritto nel cuore, con un linguaggio che non sbaglia un colpo esatto in ogni suo punto, ben indirizzato al quale non si può rimanere indifferenti.
E’ la vita di una famiglia normale, ma viziata da un male che la logora.
Franzoso è attento e conduce il lettore nella storia partendo dalla fine, dalla morte di Isabel ove il dolore si mescola ad un altro sentimento, quello di Carlo suo marito che non deve più combattere contro di lei.
Isabel e Carlo si sono sposati, ma dopo che la donna scopre di essere incinta cambia prima con microscopici comportamenti che poi diventano sempre più grandi fino a creare una frattura insanabile.
Isabel crede che il suo bambino sarà indaco, ovvero un bambino speciale, perfetto e proprio la ricerca della perfezione la porterà ad instaurare un abisso profondo tra lei e Carlo.
Questi la ama e non la condanna, anzi cerca di starle vicino, ma deve anche salvare quel bambino, suo figlio, appunto.
Nelle parole di Carlo troviamo oltre la voglia di proteggere suo figlio anche la disperazione di chi vede andare in rovina il proprio matrimonio e vede sfuggire la propria donna nella sua fragilità, come una bambolina di cristallo che potrebbe rompersi da un momento all’altro.
Il romanzo di Franzoso è delicato e racconta la sofferenza di una storia d’amore quando il male la corrode.
Da leggere!

Voto 3,5 su 5.

Rispondi