Manzini – 7 7 2007

7-7-2007
Autore Manzini Antonio
Editore Sellerio Editore Palermo
Luglio 2016

Torna Antonio Manzini con il suo personaggio Rocco Schiavone, Vice Questore della Polizia di Stato.
Questi romano, spedito in Val D’Aosta, deve fare i conti con il suo passato.
Ormai Manzini per me è divenuto una droga, Schiavone mi ha completamente conquistata.
E’ un uomo particolare che non ha avuto una vita facile, fa un lavoro difficile, ma non ama le regole. Fuma spinelli, detesta Aosta e i suoi colleghi, ha una sua lista di “rotture” e risponde al cellulare sempre con “Chi scassa”.
In questo libro lo scrittore ci conduce per mano nella vita intima del suo personaggio, per capire gli eventi che lo hanno portato al nord Italia e la data indicata nel titolo è proprio la data che ha cambiato profondamente la sua esistenza.
Ci ritroviamo in una Roma estiva e assolata, ove Rocco deve districarsi in un’indagine difficile, in un momento in cui la moglie lo ha lasciato perchè ha scoperto qualcosa che era meglio non sapesse.
Rocco ama mangiare bene, le belle donne, le clarks ai piedi.
Ogni persona che incontra è una persona che rompe le sue regole di vita e rappresenta una scocciatura da risolvere.
Schiavone non è il poliziotto modello, il paladino della giustizia, anzi lui naviga bene nella malavita e nel non rispetto di ogni tipo di norma e piace proprio per questo.
Quel luglio 2007 è tornato prepotentemente nella sua vita, per i fatti che gli occorrono adesso a Aosta.
Rocco ha un cuore e dei sentimenti e il lettore è catapultato in questo doppio registro di scrittura, il 2007 e i giorni nostri.
Il finale lascia col fiato sospeso perchè la storia non è affatto conclusa, il presente si sovrappone al passato in un gioco di indagini che sono ancora collegate tra di loro..
Schiavone si muove bene su un filo invisibile dove il bene e il male coabitano insieme, grazie alla capacità descrittiva di Manzini che non delude il suo pubblico, tanto che il giallo è primo nelle vendite.
Un libro assolutamente da leggere.
Voto 4 su 5.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.