Il mio blog – Maria Alessia Del Vescovo – libri Quello che non uccide. Il seguito della Trilogia di Millennium

Quello che non uccide. Il seguito della Trilogia di Millennium

Quello che non uccide
Lagercrantz David
pp.503
Marsilio
2015

E’ arrivato il seguito della Trilogia “Millennium” di Stieg Larsson. Ritroviamo Mikael Blomkvist, a capo della sua rivista Millennium, che è caduto un pò in disgrazia.
Tutto parte da una telefonata del Professor Frans Balder che sta creando un nuovo sistema di intelligenza artificiale che ha un figlio problematico, August con una grande mente. Balder è in contatto con una nostra vecchia conoscenza Lisbeth Salander che si ritrova sulla strada del suo amico Mikael.
C’è un cartella nel computer di Mikael chiamata “Il cassetto di Lisbeth” nella speranza che lei da brava hacker entri nel suo computer e lo veda.
Torna sulla strada di Lisbeth e Mikael la gemella della ragazza, Camilla, agguerrita più che a mai a porre fine alla sua lotta contro la sorella. Camilla è bella e sensuale, sa ammaliare ogni persona che incontra e sopratutto ha ereditato l’impero criminale del padre….
E’ una corsa contro il tempo per salvare August che con la sua capacità di disegnare perfettamente può inchiodare l’assassino di suo padre.
Lisbeth ha trovato un modo per parlare con lui: equazioni e numeri, la mente di August infatti sarà la chiave per fermare un sistema dove non solo i criminali russi legati a suo padre vivono ma che i servizi americani.
Devo dire che le prime pagine mi hanno spiazziato. Lagercrantz non è Larsson e si vede subito. La parola che mi viene in mente è forse azzardato, perchè nella mia mente rimane la scrittura di Larsson e la sua capacità di scrivere con un’architettura narrativa che nessuno può raggiungere. Lagercrantz ci haprovato ma non ha approfondito i personaggi, spezzoni di narrazione che si incesellavano tra di loro, ma per creare un thriller del livello che ha ereditato ci volevano altre 300 pagine…
La saga certo non ha perso appeal perchè i personaggi sono belli ed hanno conquistato il mondo intero.
Entrare nell’ingranaggio dello scrittore non è stato facile, ma poi la storia prendere il largo fino ad un finale bello.
Quindi una bella sufficienza ed esame superato per “Quello che non uccide”.

Assolutamente da leggere!
Voto 3,5 su 5.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.