Il mio blog – Maria Alessia Del Vescovo – libri Luis Sepulveda con Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà

Luis Sepulveda con Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà

Luis Sepùlveda
Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà
pp. 97
Guanda
2015

l’ultimo libro di Luis Sepùlveda “Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà”, è la quarta fiaba dello scrittore che anche questa volta costituisce un vero e proprio successo sopratutto in Italia dove ha venduto milioni di copie. E’ stato un libro che ho divorato anche perchè amo il modo di scrivere di Sepulveda. Così attento alle parole eppure con un’architettura narrativa così semplice adatta ai bambini. Questo suo linguaggio nasconde sempre dei significati più ampi.
E’ vero sono poche pagine meno di 100, che colpiscono il cuore del lettore sia bambino che adulto con protagonisti, gli animali.
In questo caso attraverso la storia di un cane, lo scrittore punta la lente di ingrandimento sulla fedeltà, passando per il rispetto della popolazione dei Mapuche che vive nel sud dell’Argentina e del Cile, da cui discende lo stesso Sepùlveda.
La voce narrante è di un cane lupo Aufman, adattato proprio dai Mapuche, ove impara il senso di vivere in comunità ed il rispetto verso la natura. Il villaggio verrà distrutto dai Wingka (o “uomini del branco”) ed Aufman si ritroverà catturato in una gabbia a sopportare maltrattamenti.
Con il suo fiuto gli viene affidato il compito di dare la caccia ad un fuggitivo ritrovando le sue vere origini.
Lo stesso scrittore con questo libro ci porta alle sue origini, facendoci assaporare gli odori di quell’antico villaggio dove il rispetto e la comunione ne facevano da padroni.
Un libro da leggere.

Voto 4 su 5.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.