999, l’ultimo custode di Carlo A. Martigli

maria alessia del vescovo/ maggio 29, 2014/ libri/ 1 comments

999. L’ultimo custode
Carlo A. Martigli
pp. 492
Editore TEA (collana I grandi della TEA)

Il libro di Martigli è un viaggio nel tempo attraverso dei misteri nascosti. Siamo nel 2009 ove uno strano plico è tra le mani di Guido de Mola. E’ del nonno, da poco scomparso, con due manoscritti, di cui uno di stampo rinascimentale. Guido inizia a leggerli e scopre di essere discendente di una famiglia legata alla figura di Pico della Mirandola. L’uomo lagato alle arti esoteriche e fatuore di una tesi che riunisce la creazione delle tre religioni monoteiste: quella ebraica, quella cristiana e quella islamica.
Guido divine quindi l’ultimo custode di un segreto, quello legato alla morte di Pico e con questi a Poliziano, al Concilio di Efeso ed alla guerra della chiesa contro la stregoneria.
Siamo quindi ad una svolta, se il segreto venisse rivelato sconvolgerebbe l’intero presente, una storia che va avanti da duemila anni, dall’opera di evangelizzazione di Paolo di Tarso che ha reso la religione cristiana, quella predominante nel mondo occidentale. E’ un libro che conquista, perchè niente è come sembra.
Il libro è ben scritto con un ritmo incalzante, con capitoli ben orchestrati tra presente e passato. Pico e Guido sono i due personaggi principali, legati indissolubilmente dal destino al quale Guido deve far fronte e deve prendere una decisione al più presto. E’ un libro che seduce il lettore, portandolo in un gorgo di intrighi passati e presenti, fino ad un finale inaspettato.
Da leggere!

Voto 3,5 su 5

1 Comment

  1. ho letto con piacere questo libro che è scritto con un linguaggio semplice ma che prende il lettore. la figura di Pico della Mirandola è piuttosto controversa e quindi il romanzo risulta piacevole ed intrigante. Grazie Maria Alessia per la recensione.

Rispondi