Il purgatorio dell’angelo

Il purgatorio dell’angelo
Maurizio De Giovanni
Giulio Einaudi Editore
pp. 374
giugno 2018

Nuovo capitolo per il commissario Ricciardi che la penna di De Giovanni ci regala. Anche questa volta lo scrittore non perde la sua verve e io mi ritrovo sempre più innamorata di questo personaggio che con i suoi fantasmi ed i suoi occhi mi ha folgorato. Napoli si sta avviando verso l’estate, siamo a maggio ed il corpo di un anziono prete viene ritrovato. Il male che è dentro agli uomini non si placa neppure con la bella stagione. Chi può aver ucciso un uomo di Dio, un santo – per tutti – e sopratutto un teologo e confessore? Ricciardi ed Enrica hanno iniziato a frequentarsi ed il loro bacio sarà cosí forte – dopo tanti episodi e tante pagine scritte – che colpirà al cuore il lettore come un proiettile calibrato da un sicario. C’è poco da fare: De Giovanni sa immergerti in atmosfere senza che te ne accorgi, e ti culla fino all’ultima pagina attraverso i sentimenti dei protagonisti. Il dolore segretato di Luigi Alfredo, quello del brigadiere Maione che rincorre rapitori per non ammettere la mancanza del figlio Luca, quello di Enrica che vorrebbe gridare al mondo il suo amore… insomma De Giovanni crea un romanzo corale tra protagonisti e comprimari dove non riesco davvero a trovare difetti nè nella trama, nè nella caratterizzazione. Praticamente perfetti sentenzierebbe Mary Poppins… Non riesco a staccarmi dalla storie ed ogni volta che concludo la lettura, penso a cosa accadrà dopo e ne rimango invischiata inesorabilmente. Le pagine di De Giovanni sono come un pentagramma ed i sentimenti dei protagonisti disegnano una melodia a volte triste, altre melanconica e altre piacevole. Ma quel senso di dolore che sin dal primo capitolo il Commissario si porta dietro, quello è sempre palpabile e si delinea nella musica che risuona nel corso della storia. Assolutamente da leggere!

Voto 4.5 su 5

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.