Il cacciatore del Buio

maria alessia del vescovo/ novembre 2, 2014/ libri/ 0 comments


Il cacciatore del Buio
Donato Carrisi
Longanesi
pp. 450
2014

Altro bellissimo romanzo di Donato Carrisi che si conferma essere uno scrittore di tutto rispetto. Questi dal 2009 con il suo primo romanzo “Il Suggeritore”, ha conquistato il pubblico e la critica con i suoi libri, divenendo un vero e proprio fenomeno del thriller.
“Il cacciatore nel buio” è un romanzo che ci porta in un viaggio dove non ci sono veri e propri indizi, ma piccole anomalie che porteranno a scoprire una verità amara.
Marcus è l’ultimo dei penitenzieri, un prete con un grande talento, quello di riuscire a ricostruire dai piccoli segni che trova, la storia di una morte.
Sullo sfondo, come l’ha definita lo stesso scrittore, una città misteriosa, Roma che con le sue contraddizioni rappresenta l’habitat naturale di questa suspence.
Il protagonista è mosso da rabbia, non è più niente e nessuno, non ha più alcuna identità, nè alcun ricordi, solo la voglia di arrivare alla verità.
Ma questa volta si trova davanti una situazione difficile da portare avanti, dove ogni singolo passo può essere azzardato.
Nel romanzo troviamo anche Sandra, abituata a lavorare sui crimini in qualità di fotorilevatrice della polizia scientifica.
Il suo talento è quello di trovare indizi dal niente, rendendoli visibili all’occhio umano.
Entrambi fanno parte di un disegno criminoso che nasconde qualcosa di rischioso ed allo stesso tempo affascinante.
Quando i due pensano di aver afferrato la verità, si apre un’altra porta che li conduce sempre più avanti, in un labirinto sempre più pericoloso.
Marcus lotta contro gli eventi, così come Sandra che si scontra con le sue domande..
Il lettore è condotto in questa battaglia dei due protagonisti fino all’ultima pagina dove una verità sconcertante lo aspetta.
Un libro che non si dimentica facilmente.
Carrisi ha una struttura narrativa accattivante dove ogni singola parola si tira dietro l’altra, con gli occhi incollati, trattenendo il respiro.
Un libro ottimo da leggere!

Voto 4 su 5.

Rispondi