Alba d’inchiostro

Albad’inchiostro
Cornelia Funke
Mondadori

Eccomi a recensire l’ultimo romanzo della trilogia Mondo d’Inchiostro. Non ne potevo fare a meno perchè la storia di coinvolge tanto ed è come se anche il lettore camminasse nel mondo di Ombra accanto ai personaggi. Forse il personaggio che più ho odiato e amato al contempo è Dita di polvere, per poi scoprire che l’autrice si è ispirata a su marito al quale fa questa bellissima dedica: “A Rolf, sempre: essere stata sposata con Dita di Polvere è la cosa migliore che mi potesse capitare”.
Non mancheranno colpi di scena e nuovi personaggi, cattivi da sconfiggere. Ogni cosa è cambiata con l’arrivo dei nostri protagonisti e il mondo d’inchiostro è completamente in balia degli eventi, di ció che ha scritto Fenoglio ne è rimasto lo scheletro. La battaglia tra i sentimenti e gli eventi prosegue a ritmo incalzante fino ad un finale che non ti aspetti. Non posso rivelare nulla ma mi ha lasciato di sasso e con l’amaro in bocca. Credo che questo sia il più bello dei tre e ho eletto la Funke ad occupare un posto tra i miei scrittori preferiti.

Voto 4,5 su 5.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.