Lupin III: un fascino senza tempo

Lupin, noto sempre come nella programmazione delle reti Mediaset, ci sono sempre degli episodi del cartone Lupin III (Italia 1, Italia 2, Boing).
Questi nasce dalla mano del giapponese Monkey Punch nel 1967 sulla base dei romanzi di Arsène Lupin scritti da Maurice Leblanc.
Lupin III è il nipote del ladro ed è un affascinante con il pallino delle belle donne, sempre rincorso dall’ispettore Zenigata e con i suoi fedeli amici Goemon, Jigen e la sua fidanzata, la prorompente Fujiko (Margot in un’altra traduzione).
Lupin è un personaggio senza tempo ed oltre al manga e alle serie anime, ci sono state versione al cinema come Il castello di Cagliostro realizzato dalla splendida mano del maestro Miyazaki.
Tutti siamo cresciuti con le peripezie di questo ladro gentiluomo che si ritrova in tutte le parti del mondo a rubare oggetti antichi e misteriosi con alle calcagna Zenigata e i suoi fedeli compagni.
Lupin ha un debole per le donne e per Fujiko che spesso tenta di fargli le scarpe.
Io adoro questo personaggio da quando sono piccola, ha un fascino particolare che affascina da molto tempo ragazzini di molte generazioni.
Il ladro francese è ironico e sa sempre come districarsi dalle situazioni difficili senza perdersi mai d’animo, ma anche con quel sorriso sornione che lo caratterizza da tempo.
il personaggio è completamente immerso nella realtà. affronta ogni situazione senza spavertarsi mai, ma anzi trovando il bello in ogni cosa.
Lupin fa parte della mia infanzia e mi fa tornare indietro nel tempo ed ancora rapisce i ragazzini, anzi li ipnotizza come ha fatto con noi.
L’episodio che più ho amato è stato quello in cui troviamo anche un altro classico senza tempo, Lady Oscar, grazie al genio degli sceneggiatori giapponesi che ambientarono una puntata a Parigi..
Grazie a Mediaset per proporre sempre Lupin III, un cartone senza tempo, con 47 anni senza sentirli, per i linguaggi e le storie che sembrano sempre attuali…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: