Cinema: Dragon Trainer 2

maria alessia del vescovo/ agosto 18, 2014/ film/ 0 comments

Dragon Trainer 2
Regia Dean DeBlois
Titolo originale How to Train Your Dragon 2
Paese di produzione USA
Anno 2014
Durata 102 min.
Genere animazione, azione, avventura
Soggetto Cressida Cowell (romanzo)
Sceneggiatura Dean DeBlois
Produttore Bonnie Arnold
Produttore esecutivo Chris Sanders
Casa di produzione DreamWorks Animation, Mad Hatter Entertainment, Vertigo Entertainment
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Storyboard Paul Fisher, John Puglisi
Character design Tony Siruno
Animatori Sean Sexton, David Torres
Musiche John Powell
al cinema: dal 16 agosto

Doppiatori originali

Jay Baruchel: Hiccup Horrendous Haddock III
America Ferrera: Astrid
Gerard Butler: Stoick
Craig Ferguson: Skaracchio
Jonah Hill: Moccicoso
Christopher Mintz-Plasse: Gambedipesce
T.J. Miller: Testa di Tufo
Kristen Wiig: Testa Bruta
Kit Harington: Eret
Cate Blanchett: Valka
Djimon Hounsou: Drago Bludvist

Doppiatori italiani

Flavio Aquilone: Hiccup Horrendous Haddock III
Letizia Scifoni: Astrid
Roberto Draghetti: Stoick
Carlo Valli: Skaracchio
Alessio Nissolino: Moccicoso
Gabriele Patriarca: GambediPesce
Letizia Ciampa: Testa Bruta
Mattia Ward: Testa di Tufo
Francesca Fiorentini: Valka
Massimo Corvo: Drago Bludvist
Daniele Giuliani: Eret

Arriva nelle sale italiane il secondo capitolo della trilogia Dragon Trainer 2 ove ritroviamo il protagonista Hiccup che cavalca il drago Sdentato con delle belle sequenze in volo.
Il precedente capitolo realizzato nel 2010 ha incassato mezzo miliardo di dollari al box office internazionale e questo si prepara a bissare il successo.
Il film, tratto anche’sso dalla serie di libri per bambini di Cressida Crowell, è stato presentato in anteprima al Festival del Cinema di Cannes ed è distribuito dalla 20th Century Fox.
Alla regia stavolta è rimasto da solo al comando Dean DeBlois.
La pellicola trasporta lo spettatore in queste sequenze ove il protagonista col suo drago plana a diecimila piedi di altezza tra le nuvole.
I disegni sono molti naturali e gli animatori lavorano bene in modo quasi artigianale e con un software denominato “Apollo”, regalandoci quella dimensione medievale già vista nel primo capitolo della serie. Sdendato e Hiccup sono ormai diventati due eroi, il primo con i suoi silenzi carichi di emozioni che sa trasformarsi all’occorrenza in un vero e proprio guerriero ed il suo padrone Hiccup è cresciuto e non è più un adolescente..
Il film è un’armonia di colori e noir che lasciano gli spettatori a bocca aperta anche grazie alle splendide realizzazione legate al drago alpha in una visione apocalittica davvero interessante.
La pellicola realizzata dalla Dreamworks Animation mescola ironia e riflessione nella narrazione con temi seri che regalano begli spunti sia a giovani spettatori che agli adulti.
Il villaggio Vichingo di Berk vede il rafforzarsi dell’amicizia tra Hiccup, figlio del capo Stoick e Sdendati e la popolazione umana e di draghi vivono in armonia. I due tra un volo ed un altro scoprono che il malvagio Drago Bludvist vuole conquistare il mondo e sta costruendo un esercito per farlo…
Troviamo poi altri personaggi come Valka: una figura misteriosa e solitaria che vive in una grotta selvatica..
La storia è toccante e delicata a volte in cui il protagonista deve far fronte ai propri sentimenti ed al proprio destino..
Capirà infatti che per combattere il male occorre alle volte rinunciare a qualcosa ed il dolore purtroppo fa parte della vita.
La trama scorre fluida fino ad un finale che invoglia gli spettatori a vedere il terzo capitolo della saga.
I temi toccati sono quelli dell’amicizia, della tolleranza, del perdono, del pregiudizio e dell’obbedienza.
Per tutta la famiglia!

Da vedere!
voto 4 su 5!

Rispondi