Lourdes: un viaggio che cambia la vita

maria alessia del vescovo/ maggio 14, 2014/ fede/ 0 comments

Lourdes è un posto speciale per chi come me ha avuto modo di andarci. E’ un mondo dove il malato non è più malato, ma parte integrante di un ingranaggio che ruota attorno a Maria e alla sua grotta che accoglie ogni persona che li ci arriva. Diciamo che un viaggio a Lourdes. non è mai un pellegrinaggio come gli altri. Si viene catapultati in un pezzo di pace, dove anche la malattia è accettata. Vedere intere processioni di persone in carrozzina o sulle barelle, è un’esperienza difficile da raccontare a parole. E’ un viaggio attraverso i propri sentimenti e la propria anima. La Madonna è lì che ci aspetta e ci attende, come una mamma ed ascolta il nostro cuore. Il passaggio alle “piscine” e l’immersione nell’acqua, per chi lo vuole fare, è davvero un momento toccante. Così come il servizio in ospedale, la via crucis con gli ammalati o la processione notturna, dove migliaia di fiaccole camminano insieme. Si incontrano pellegrini da tutto il mondo dai gitani agli asiatici, dove la lingua universale è quella della preghiera. Vi metto il link del mio diario che scrissi qualche anno fa, ma nulla è cambiato: Lourdes è una casa e Maria una mamma che tutto conosce e tutti abbraccia. Lourdes è un vero e proprio viaggio interiore alla ricerca della fede dove Maria ti accoglie sempre. E’ la casa della sofferenza e del malato, vi sono tre ospedale che ospitano dei fratelli “speciali” e che vengono portati alla celebrazioni dove ci si interroga molto sulla propria condizione. Ma ci sono anche tante malattie del “Cuore” come le chiamava un sacerdote e quelle fatte di ferite che ognuno di noi porta dentro e spesso vengono sanate. Consiglio questo pellegrinaggio per chi vuole fare un’esperienza differente e per chi vuole conoscere se stesso.

http://hospitaliers.wordpress.com/2009/01/30/il-diario-di-maria-a-lourdes/

Rispondi